Comunicazioni d’urgenza

La comunicazione d’urgenza è il modulo informatico mediante il quale tutti i datori di lavoro, pubblici e privati, adempiono all’obbligo di comunicazione di assunzione preventiva dei lavoratori, nel caso di urgenza connesse ad esigenze produttive.

La comunicazione d’urgenza deve essere inviata utilizzando il seguente indirizzo:

COUniUrg – Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

La comunicazione sintetica d’urgenza (UNIURG) permette a tutti i datori di lavoro, pubblici e privati, di adempiere all’obbligo di comunicazione di assunzione preventiva dei lavorati.

Il Ministero conferma l’obbligo di invio della comunicazione ordinaria nel primo giorno utile successivo. Si specifica che l’adempimento verrà correttamente espletato solo a seguito di autenticazione “forte” sul relativo applicativo ministeriale.

In caso di dubbi è possibile contattare il competente Ispettorato Territoriale del Lavoro.

Si ricorda che l’invio dell’Unificato Urg da solo non soddisfa il corretto adempimento: è necessario infatti integrare la comunicazione con l’invio della comunicazione obbligatoria mediante il sistema SIUL entro cinque giorni dall’instaurazione del rapporto di lavoro (entro tre giorni nel settore turistico e pubblici esercizi).

Il modulo “Unificato Urg” non deve essere usato in caso di assunzioni effettuate a causa di “forza maggiore”, ovvero di avvenimenti di carattere straordinario, quali ad esempio eventi naturali catastrofici (incendi, alluvioni, gli uragani; terremoti, ecc.) ovvero nelle ipotesi di assunzione non procrastinabile per sostituzione di lavoratori che comunicano la propria indisponibilità alla prestazione lavorativa il giorno stesso dell’assenza (es. i supplenti del settore scolastico).

In tali casi la comunicazione non può essere oggettivamente effettuata il giorno prima il verificarsi dell’evento, che risulta per sua stessa natura imprevedibile.

La medesima deve essere effettuata entro il primo giorno utile e, comunque, non oltre il 5° giorno.

Il modulo deve essere utilizzato solo in caso di instaurazione del rapporto di lavoro e consente di identificare in forma sintetica:

  • il datore di lavoro (codice fiscale e ragione sociale)
  • il lavoratore (codice fiscale, cognome e nome)
  • la data di inizio del rapporto di lavoro (che deve essere posteriore a quella di invio)
  • i dati relativi all’invio. Tra questi si segnala il campo “motivo dell’urgenza”, in cui è possibile inserire i motivi che hanno determinato il ricorso alla comunicazione d’urgenza.

La comunicazione d’urgenza non riguarda le agenzie di somministrazione e le pubbliche amministrazioni, le quali inviano le comunicazioni sempre a posteriori.

Si ricorda che nel periodo di ferie del professionista (es. consulente del lavoro) o dell’associazione di categoria abilitata ad effettuare le Comunicazioni Obbligatorie telematiche, il datore di lavoro dovrà, in caso di assunzione, provvedere direttamente all’invio della comunicazione preventiva tramite il sito ministeriale.

Resta l’obbligo, in capo al professionista o all’associazione di categoria, alla riapertura dell’attività, dell’invio della comunicazione ordinaria.

Detta agevolazione è contenuta nella circolare n. 20 del 21 agosto 2008 del Ministero del Lavoro e permette la non applicazione della maxi-sanzione; ciò in quanto la comunicazione telematica di instaurazione del rapporto di lavoro (articolo 1, comma 1180, della Legge n. 296 del 2006) risulta essere l’unico elemento, per il personale ispettivo, che possa evidenziare, qualora non venga effettuata, la sussistenza di un impiego lavorativo “in nero”.